Consulenza o Preventivo Gratuito

Contributi illeciti, è truffa aggravata

del 15/11/2010

Contributi illeciti, è truffa aggravata

Risponde di truffa aggravata il commercialista che aiuta l'imprenditore a ottenere finanziamenti pubblici in modo illecito. È quanto sancito dalla Corte di cassazione che, con la sentenza 40107 del 12 novembre 2010, ha confermato la condanna per truffa aggravata ai danni dello stato di un imprenditore del settore vinicolo e del suo commercialista. Il professionista, nel preparare la domanda di finanziamento volto a realizzare un nuovo stabilimento di produzione vinicola, aveva presentato fatture false e dichiarazioni scritte per dimostrare la solidità dell'azienda e l'afflusso fittizio di capitali provenienti dai soci. In particolare si era difeso sottolineando di non essere a conoscenza della finalità delittuosa e ribadiva la sua estraneità alla formazione dei documenti falsi. Il tentativo reciproco dei due coimputati di rovesciare l'uno sull'altro l'iniziativa della truffa è stata sconfessata dai giudici di legittimità che hanno confermato la condanna inflitta a entrambi. La seconda sezione penale ha inoltre ribadito che il reato non poteva considerarsi prescritto, il termine di prescrizione decorre infatti dalla cessazione dei pagamenti "e non dalla presentazione della domanda di contributo, trattandosi di un reato a consumazione prolungata giacché il soggetto agente sin dall'inizio ha la volontà di realizzare un evento destinato a protrarsi nel tempo".

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati