Consulenza o Preventivo Gratuito

Le nuove regole su patente e foglio rosa

del 09/11/2010

Le nuove regole su patente e foglio rosa

Da giovedì prossimo gli interessati al conseguimento della patente di guida dovranno sostenere prima l'esame di teoria e solo successivamente iniziare ad esercitarsi in strada. Entra infatti in vigore l'11 novembre la nuova formulazione dell'art. 122 del codice stradale che rende più severa la disciplina per il rilascio del foglio rosa e il conseguimento della licenza a condurre. Lo ha evidenziato il ministero dei trasporti con la circolare n. 88827 del 5 novembre 2010. La riforma stradale d'agosto ha riformulato, tra l'altro, il rilascio del foglio rosa per l'esercitazione alla guida. Da metà di questa settimana l'autorizzazione per gli aspiranti piloti potrà essere rilasciata solo dopo il superamento dell'esame di teoria. Questa prova teorica andrà affrontata positivamente entro sei mesi e non saranno ammesse più di due prove. La prova di guida potrà essere sostenuta solo quando sia trascorso almeno un mese dal conseguimento del foglio rosa. Nell'ambito del periodo di validità dell'autorizzazione alla guida didattica sarà consentito ripetere una sola volta la prova pratica. Queste nuove disposizioni saranno applicabili alle domande di rilascio di patente presentate a far data dall'11 novembre 2010 e comporteranno anche importanti modifiche nella burocrazia stradale. In pratica all'atto della presentazione della domanda di conseguimento della normale patente sarà rilasciato un foglio rosa provvisorio con indicato esplicitamente nel documento "titolo non valido ad esercitarsi alla guida fino alla data di superamento della prova di teoria". Sull'autorizzazione verranno poi annotati gli esiti positivi dell'esame teorico e a questo punto il foglio rosa diventerà operativo a tutti gli effetti per circolare ed esercitarsi alla guida dei veicoli. Questa limitazione, peraltro, non sarà necessaria nel caso in cui l'interessato sia già titolare di patente e richieda l'estensione della licenza ad altra categoria di mezzi senza necessità di dover effettuare una prova teorica. È il caso per esempio del titolare di patente A che richiede di essere ammesso allo svolgimento della prova pratica per la patente di categoria B. Dal punto di vista dei controlli non sono previste novità rilevanti. Resta comunque necessario disciplinare con provvedimento ad hoc le esercitazioni in autostrada, su strade extraurbane e serali per gli aspiranti al conseguimento della patente B.

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Infrazioni al Codice della strada: ricorso al Prefetto

del 08/07/2010

Sgombriamo subito il campo da un equivoco, l’unico atto che può essere giuridicamente impugnato è c...

Non perde punti chi non dichiara il conducente

del 14/07/2010

Se non si dichiara il nome del conducente in seguito ad un’infrazione al Codice della strada non si...

Multe: novità col nuovo Codice della strada

del 19/07/2010

Il nuovo Codice della strada riguardante le infrazioni impedisce ai comuni di fare cassa con gli i...