Consulenza o Preventivo Gratuito

Made in Italy, conta la sostanza

del 26/10/2010

Made in Italy, conta la sostanza

Legittimo il made in Italy anche se il prodotto, realizzato con materiali italiani, è stato di fatto confezionato all'estero.�Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 37818 del 25 ottobre 2010, ha annullato senza rinvio, "perché il fatto non sussiste", la condanna inflitta a un imprenditore italiano.
In particolare l'uomo aveva importato e commercializzato con il marchio made in Italy dei portafogli realizzati in Cina ma con delle pelli prodotte in Italia.
Per questo il Tribunale di Genova lo aveva condannato a due mesi di reclusione. L'anno dopo la Corte d'appello del capoluogo ligure aveva confermato.
Contro questa decisione lui ha fatto ricorso in Cassazione e questa volta lo ha vinto. Infatti, la terza sezione penale del Palazzaccio ha annullato con formula piena la condanna ribadendo che "ai sensi dell'art. 4, comma 49, legge 24 dicembre 2003, n. 350, non sussiste alcun obbligo dell'imprenditore che produce o importa o commercializza di indicare sul prodotto il luogo in cui esso è stato fabbricato. Vi è solo l'obbligo, qualora decida di indicare il luogo di fabbricazione in Italia (c.d. Made in Italy), di non dare una falsa o fallace indicazione. (Fattispecie in cui la SC ha escluso la sussistenza del reato in riferimento a portafogli con l'indicazione Made in Italy la cui pelle era stata prodotta in Italia ma confezionati in Cina)".
La ragione della decisione presa da Piazza Cavour sta anche nel fatto che a un certo punto nel 2009 era stata introdotta una norma, abrogata pochi mesi dopo, che prevedeva l'indicazione obbligatoria del luogo di fabbricazione al di là dei materiali usati.
Ed è proprio per questa previsione espressa, oggi non più in vigore, che i giudici hanno deciso si interpretare in senso estensivo le disposizioni sopravvissute.

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati