Consulenza o Preventivo Gratuito

Mosca nel piatto? Guai al ristoratore

del 20/10/2010

Mosca nel piatto? Guai al ristoratore

La mosca del piatto, non soltanto è indigesta, ma causa di guai per il titolare della cucina. La presenza di una mosca nella pietanza da consumare, infatti, costituisce fatto idoneo ad inficiare l'integrità alimentare della stessa, con conseguente pericolo, anche concreto per la salute pubblica.
Non ha avuto dubbi la Corte di cassazione, sezione terza, nel respingere l'appello presentato avverso la sentenza di I grado del tribunale di Modica. Ciò in quanto le patatine fritte e i bastoncini di pesce, contenuti in piatto di plastica, e serviti alla mensa degli alunni della scuola elementare, la mosca nel piatto non fa da contorno.
La sentenza 22 giugno-5 ottobre 2010, n. 35708 ha affermato che ricorrevano senza dubbio gli elementi costitutivi, oggettivo e soggettivo, del reato di cui agli artt. 5 lett. d) e 6 legge 283/62 che punisce, appunto, coloro i quali impiegano nella preparazione di alimenti o bevande, vendono o somministrare ai propri dipendenti, o distribuiscono per il consumo, sostanze alimentari insudiciate, invase da parassiti o, comunque, nocive.
Con la citata sentenza, in sostanza, è stato respinto il ricorso con la quale la ditta interessata aveva sostenuto di aver provveduto alla preparazione della pietanza da somministrare agli alunni della scuola in questione, adottando tutte le misure igieniche e le cautele previste dai prescritti protocolli di autocontrollo.
Con ciò dovendosi escludere l'elemento soggettivo del reato, ovvero la colpa. Secondo il giudice, infatti, gli asseriti adempimenti relativi alle misure di prevenzione in materia di igiene, che si assumono adottati dall'azienda (gestita dall'imputata) che confezionava le pietanze alimentari, costituisce circostanza autoreferenziale.
Detto assunto infatti, ha affermato la sentenza, è risultato nel caso concreto inidoneo a garantire i prescritti standard di sicurezza igienica degli alimenti confezionati, con conseguente sussistenza dell'elemento soggettivo nei confronti della impresa ricorrente.

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati