Consulenza o Preventivo Gratuito

Cantieri edili: il Durc vale tre mesi

del 14/10/2010

Cantieri edili: il Durc vale tre mesi

Il Ministero del Lavoro ha emesso una circolare in merito ai contratti pubblici disciplinati dal Codice degli Appalti che conferma l’obbligo di acquisire per ciascuna procedura di gara un Durc, atto ad attestare la regolarità dell’impresa alla data del suo rilascio, con validità trimestrale rispetto alla specifica procedura per la quale è stato richiesto. La validità trimestrale del Durc va estesa anche ai documenti rilasciati ai fini dell’attestazione SOA e dell’iscrizione all’albo fornitori e al Durc emesso ai fini del controllo delle autocertificazioni, nonché ai fini del pagamento per gli stati di avanzamento lavori (Sal) o di stato finale/regolare esecuzione per il quale è stato acquisito, fermo restando l’obbligo di richiedere un nuovo Durc per ciascun Sal o stato finale di ogni singolo contratto. Si precisa, inoltre, che nell’ambito degli appalti pubblici non può essere utilizzato un Durc richiesto a fini diversi, perché le verifiche svolte dagli Enti competenti e dalle Casse edili seguono procedure in parte diverse in relazione alle finalità per cui il Durc è stato emesso. Al contrario di quanto qui esposto, infatti, il Durc rilasciato per la fruizione di benefici normativi e contributivi ha validità mensile, mentre il Durc rilasciato per lavori privati in edilizia, anch’esso valido tre mesi, può essere utilizzato per l’intero periodo di validità per più lavori.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati