Consulenza o Preventivo Gratuito

Doppia opzione se la nave tarda

del 14/10/2010

Doppia opzione se la nave tarda

Se la partenza di un servizio passeggeri di un viaggio viene cancellata o ritardata per più di 90 minuti, ai passeggeri sarà offerta la scelta tra un volo alternativo o il rimborso del biglietto con, inoltre, un risarcimento da 25 al 50% del prezzo del biglietto. In tali casi, il vettore deve anche fornire assistenza, comprese le bevande o pasti e, ove necessario, l'alloggio del valore di fino a 80 euro a notte per un massimo di tre notti. Tuttavia, il diritto ad un alloggio non si applica se il ritardo o la cancellazione è dovuta a cattivo tempo. Lo prevede il nuovo regolamento europeo sui diritti dei passeggeri per mare e fiume, che il Consiglio dell'Unione europea ha adottato lo scorso 11 ottobre. Il regolamento riguarda le situazioni di ritardi e cancellazioni e punta a garantire che i disabili non subiscano discriminazioni a causa della loro disabilità e possano ricevere assistenza gratuita di cui hanno bisogno. Il regolamento si applica alle navi che trasportano più di 12 passeggeri con un equipaggio di più di tre persone. I servizi di trasporto di passeggeri su una distanza molto breve (meno di 500 metri) sono esclusi dal campo di applicazione così come per i passeggeri che viaggiano su navi storiche e attraverso diverse dalle crociere turistiche. "Dopo una legislazione analoga nel settore dei trasporti aerei e ferroviari", commenta l'europarlamentare pidiellino Giovanni La Via, "era necessaria la definizione di norme che tutelassero anche i passeggeri via mare, con particolare attenzione ai disabili ai quali, finalmente, verrà prestata adeguata assistenza al momento dell'imbarco e sbarco". La nuova normativa sarà applicabile due anni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati