Consulenza o Preventivo Gratuito

Coordinatore per la sicurezza nei cantieri con più imprese

del 11/10/2010

Coordinatore per la sicurezza nei cantieri con più imprese

Quando in un cantiere sono presenti più imprese, che sia stato o meno richiesto il permesso di costruire, il committente o il responsabile dei lavori è obbligato a designare almeno un coordinatore per la sicurezza e la salute responsabile di redigere un piano apposito, che precisi le regole applicabili tenendo conto delle attività che vengono effettuate sul luogo. In fase progettuale il coordinatore deve altresì elaborare un fascicolo adattato alle caratteristiche dell’opera, che contenga gli elementi utili in materia di sicurezza e di salute da prendere in considerazione all’atto di eventuali lavori successivi. E’, infine, responsabilità del coordinatore verificare in corso d’opera l’attuazione dei principi generali di prevenzione e sicurezza al momento delle scelte tecnico-organizzative, in modo da pianificare i lavori simultanei o successivi, e all’atto in cui viene prevista la loro durata. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia europea precisando i termini della direttiva 92/57/CEE, recepita dal Decreto Legislativo 494/1996, successivamente abrogato dal Decreto Legislativo 81/2008, che non prevedeva il coordinatore per la sicurezza nei lavori privati non soggetti a permesso di costruire. Escluso in caso di lavori che comportino rischi particolari o per i quali è richiesta una notifica preliminare, secondo la Corte europea gli stati membri possono derogare a questa previsione dopo una consultazione con le parti sociali.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati