Consulenza o Preventivo Gratuito

Certificazione unica, come ottenerla

del 18/05/2015

Certificazione unica, come ottenerla

A partire da quest'anno è entrata in vigore la nuova Certificazione Unica (CU), che ha sostituito il vecchio CUD. Si tratta di un documento che attesta il versamento di un compenso, sia verso i lavoratori dipendenti che per i compensi conferiti a titolo diverso (ad esempio per le prestazioni in libera professione), oltre che per le pensioni. Tale documento viene inviato dal sostituto d'imposta. Andiamo a scoprire come si fa a ottenerlo.

Chi ha effettuato una prestazione di lavoro dipendente o assimilabile in teoria non dovrebbe fare nulla per procurarsi la certificazione unica, in quanto il datore di lavoro (il sostituto di imposta) avrebbe dovuto provvedere all'invio già entro lo scorso 2 marzo. Se per i lavoratori dipendenti e i pensionati la certificazione dovrebbe essere inviata da un solo sostituto d'imposta, per chi lavora per più committenti la situazione è diversa. In tal caso, infatti, le certificazioni in possesso del lavoratore potrebbero essere molte di più. Se non emette la dovuta certificazione, il sostituto d'imposta potrebbe incorrere in una sanzione amministrativa compresa tra i 258 euro ed i 2.065 euro.

 Ma come bisogna comportarsi se non si è ricevuto nulla? La persona interessata deve rivolgersi al sostituto di imposta per accertarsi che il documento si stato inviato. In caso di risposta affermativa, esso potrebbe essere stato smarrito durante la consegna, quindi sarà possibile richiederne una copia. Se invece il documento in questione non è mai stato emesso, la situazione si complica. L'interessato deve infatti inviare una richiesta scritta al sostituto d'imposta, utilizzando la posta elettronica certificata o una raccomandata con ricevuta di ritorno. Nella lettera, oltre ai dati del richiedente, è bene indicare anche un termine temporale entro il quale si richiede la consegna del documento (ad esempio 15 giorni) e segnalare che, in caso di mancata risposta, si intende rivolgersi all'Agenzia delle Entrate. In caso di segnalazione a quest'ultima, sarà essa stessa a decidere se intervenire o meno. Generalmente, in caso di dichiarazione fuori dai termini temporali richiesti, non vengono effettuate sanzioni. Cosa che invece potrebbe avvenire con forte probabilità nel caso in cui il datore di lavoro si rifiuti di produrre il documento richiesto dal lavoratore.

Va ricordato che la presentazione delle certificazioni uniche è necessaria per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi e per l'aggiornamento dei dati delle dichiarazioni precompilate, disponibili da quest'anno in via sperimentale per pensionati e lavoratori dipendenti.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...