Consulenza o Preventivo Gratuito

Addio ai combustibili fossili

del 06/10/2010

Addio ai combustibili fossili

La ‘rivoluzione verde’ sembra aver trovato il suo Paese d’elezione: la Danimarca ha infatti annunciato che intende raggiungere la piena indipendenza dai combustibili fossili entro il 2050, con una conseguente riduzione delle emissioni di gas serra dell’80-95%. Come? Incrementando la produzione di energia eolica, fino a raggiungere i 18 mila MW dai 3 mila attuali; aumentando entro il 2030 le tasse sull'energia prodotta da combustibili fossili fino a 50 corone danesi per gigajoule dalle 5 odierne; introducendo punti di ricarica per auto elettriche (a partire dal prossimo anno, in contemporanea con Israele) e migliorando il sistema di distribuzione dell'energia con l'installazione in tutte le case di contatori ‘intelligenti’. E se il ruolo giocato dal riscaldamento domestico è fondamentale, considerato il clima rigida del Paese, avrà sempre più importanza l'energia ricavata dalle biomasse e il contributo che altre fonti rinnovabili, come il solare, il geotermico e le pompe di calore potranno dare alle reti di teleriscaldamentoSaremo uno dei primi Paesi al mondo. Un piano per una transizione come questa toccherà ogni settore della società, e implicherà scelte molto difficili”, afferma il primo ministro danese Lars Rasmussen. D’altro canto la discesa dei costi per l’installazione di impianti da fonti rinnovabili, insieme alla crescita dei prezzi dei combustibili fossili e alla limitazione dei consumi renderanno “sorprendentemente limitato” il costo della conversione dell’attuale modello produttivo a uno scenario di sostenibilità energetica.

a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c