Consulenza o Preventivo Gratuito

L'Inail comunica

del 27/01/2015

L’Inail comunica con nota prot. 387/2015 che il pagamento dilazionato
in quattro rate del premio Inail dovuto dall’autoliquidazione
2014/2015 costerà l’1,35% di interessi.

Con la nota stessa fornisce i coefficienti per calcolare le singole
rate di versamento, diversi a seconda che la scadenza
dell’autoliquidazione sia quella ordinaria del 16 febbraio o quella
del 16 giugno per le Pat di nuova emissione.

Nel primo caso, dice il quotidiano ItaliaOggi, sono validi i seguenti
coefficienti: 0,00329178 da moltiplicare all’importo della seconda
rata da pagare il 18 maggio; 0,00669452 da moltiplicare all’importo
della terza rata da pagare entro il 20 agosto; 0,01009726 da
moltiplicare all’importo della quarta rata da pagare il 16 novembre.

Nel secondo, inteso che il datore di lavoro deve versare il 50% dei
premi dovuti pari alle prime due rate senza interessi entro il 16
giugno, i coefficienti sono i seguenti: 0,00225616 da moltiplicare
all’importo della terza rata da versare il 20 agosto; 0,00565890 da
applicare all’importo della quarta rata da pagare il 16 novembre.

Sono disponibili sul sito www.inail.it “servizi online” i servizi
telematici correlati all’autoliquidazione 2014/2015: AL.P.I. online;
invio telematico dichiarazione salari; riduzione presunto; VSAL;
nonché la consueta “Guida all’autoliquidazione” versione 2014/2015.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Modularità contributiva per i Cdl

del 15/09/2010

Gli iscritti alla cassa di previdenza e assistenza per i consulenti del lavoro (Enpacl) possono ora...

Detengo un immobile in Francia per uso personale e che non viene quindi locato a terzi. Come devo comportarmi nella redazione del Modello Unico?

Dott.ssa Paola Saldi del 07/05/2012

Il possesso di un immobile all’estero obbliga alla compilazione del modulo RW all’interno del Modell...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...