Consulenza o Preventivo Gratuito

WhatsApp la nostra privacy a rischio

del 10/11/2014

WhatsApp la nostra privacy a rischio

Giunta al suo quinto compleanno dalla prima immissione sul mercato, la nota applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp annuncia l’arrivo di importanti novità.

Cosa cambia sui nostri smartphone? Già oggi, come si sa, è possibile sapere se il messaggio è stato inviato e ricevuto grazie alla presenza della spunta o della doppia spunta “a vù” accanto al testo sul telefono dell’emittente. Con il nuovo aggiornamento, sarà possibile sapere anche capire se il messaggio è stato letto oppure no.

Per sapere se il messaggio è stato aperto dal destinatario, sarà sufficiente verificare se la doppia spunta si colora di blu. La nuova funzione è stata introdotta da pochissimi giorni e diventerà ben presto operativa su tutti i telefoni, anche in Italia, con l'aggiornamento alla nuova versione, solitamente richiesto in automatico dal programma.

Come ha accolto la novità il popolo sempre più numeroso di WathsApp? Se in molti hanno inteso il cambiamento suddetto come un miglioramento, tanti sono gli utenti che storcono il naso: meno privacy e più controllo da parte dell’emittente, dotato a questo punto di un’arma di invasione in più nella vita privata del suo contatto.

Le altre novità

Ancora più in dettaglio, selezionando la voce "info" sarà possibile conoscere anche la data e l'ora di lettura del messaggio stesso.

Proprio questo punto, non a caso, ha scatenato le voci più critiche: a detta di molti, tali informazioni ledono la sfera privata del ricevente e, soprattutto, potrebbero essere utilizzate come forma di controllo, sia da parte degli utilizzatori privati sia da chi utilizza il servizio di messaggistica a fini professionali.

Un'ulteriore novità, questa volta accettata senza polemiche dagli osservatori, è la conferma della notizia secondo cui sarebbe allo studio un ulteriore sviluppo dell'applicativo che lo renderà capace - oltre all'invio di messaggi, immagini e file, come avviene ora - di effettuare chiamate. Gli stesso servizi dei già conosciuti Skype e VoiP. La novità sarà introdotta a partire dal prossimo anno.

Al momento, non sono ancora state confermate le voci che vorrebbero l'introduzione di pubblicità per finanziare il servizio, oggi offerto in forma quasi gratuita con i suoi 0,89 euro all'anno.

Concludiamo tornano al capitolo della privacy. I timori e le critiche mosse preventivamente all’annuncio della notifica sulla lettura effettiva dei vari messaggi potranno essere confermate o smentite solo all’introduzione effettiva sul mercato della nuova versione aggiornata.

Nessuna autorità, compreso il Garante della Privacy italiano, si è ancora espressa al riguardo. D’altronde, mancano i casi di effettiva violazione sui quali studiare misure specifiche ed eventuali restrizioni.

Di certo, nel caso, non mancheranno episodi su cui riflettere: ogni giorno, il programma consente lo scambio di 50 milioni di messaggi a livello mondiale.

Il nostro suggerimento, modestissimo in confronto al colosso mondiale di WathsApp, è che venga data perlomeno la possibilità al ricevente di limitare la diffusione di suoi dati personali, come ad esempio se e quando ha letto un determinato messaggio.

Ovviamente, saranno i milioni di utenti a darci ragione o torto con le loro opinioni.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
iPad come strumento di lavoro

del 14/07/2010

Array Networks Inc, società leader per l’utilizzo sicuro delle applicazioni in azienda, ha lanciato...

Corrispondenza riservata

del 19/07/2010

Tribunale di Monza - Giudice Monocratico Pastore - 07/10/09 - ART. 616 C.P. Non è rilevante penalm...

La firma elettronica per le operazioni notarili

del 20/07/2010

Attraverso la firma elettronica si potranno firmare gli atti delle operazioni notarili per quanto ri...