Consulenza o Preventivo Gratuito

Carta acquisti: tutto quello da sapere per richiederla

del 26/08/2013

Carta acquisti: tutto quello da sapere per richiederla
La carta acquisti è uno strumento di supporto finanziario ai nuclei familiari in grave difficoltà economica che, naturalmente, siano capaci di certificare questa situazione di particolare disagio.

In via sperimentale, la carta sarà introdotta esclusivamente in alcuni Comuni italiani con un bacino di utenza superiore ai 250mila abitanti: nel dettaglio, le città di Bari, Bologna, Firenze, Catania, Palermo, Napoli, Genova, Milano, Roma, Verona, Venezia e Torino. Durante il 2014, l’agevolazione sarà estesa anche nelle zone del Mezzogiorno (per effetto del disposto contenuto nel D.L. Lavoro n.76/2013).

L’INPS, con il messaggio 12249/2013, offre importanti chiarimenti sia circa le caratteristiche necessarie al richiedente per l’ottenimento della carta sia circa le modalità con cui essa viene assegnata. Secondo quanto disposto dall’Inps, tanto il soggetto che presenta la domanda quanto l’intero nucleo familiare di appartenenza dovranno dimostrare il possesso dei seguenti requisiti.

Il soggetto preposto alla presentazione dell’istanza presso il Comune di residenza dovrà dimostrare di:
-essere in possesso della cittadinanza italiana o comunitaria;
-essere  in alternativa un parente di un cittadino italiano o comunitario non appartenente ad uno Stato Membro, con regolare permesso di soggiorno;
-essere in alternativa un cittadino extracomunitario titolare di regolare permesso di soggiorno comunitario valido per soggiorni a lungo termine;
-risiedere da almeno un anno nel Comune presso cui si sta presentando regolare istanza;
-essere in possesso dei requisiti economici ritenuti necessari per beneficiare dell'agevolazione.

Una volta raccolte tutte le richieste, spetterà all’Inps, in collaborazione con gli Enti Locali, attivare le procedure di verifica tese a certificare la sussistenza del diritto alla prestazione. In particolar modo, il Comune dovrà verificare:
-la sussistenza dei requisiti personali riferiti al soggetto che presenta l’istanza;
-l’assenza di autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la presentazione dell’istanza;
-l’effettivo stato di disagio economico del nucleo familiare;
-il possesso di altri eventuali autoveicoli.

Compatibilmente con le informazioni detenute negli archivi, ancora, all’Istituto di Previdenza Sociale spetterà il controllo dei requisiti economici della famiglia richiedente e l’effettivo stato di disoccupazione di tutti i componenti del nucleo familiare.

Ai soggetti ritenuti idonei a beneficiare dell’agevolazione sarà riconosciuto un importo mensile compreso tra 231 a 404 euro, che varierà in base al numero di membri appartenenti al medesimo nucleo familiare (ad eccezione dei soggetti fiscalmente a carico diversi dal coniuge e dai figli).

Solo dopo tale fase accertativa, l’Inps provvederà a redigere la lista dei beneficiari del bonus e la trasmetterà a Poste Italiane. Ogni due mesi l’Inps provvederà alla verifica della sussistenza dei requisiti, rinnovando o negando l’autorizzazione al riconoscimento delle somme dovute dalle varie famiglie.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c