Consulenza o Preventivo Gratuito

Praticanti e patrocinio legale

del 23/09/2010

Praticanti e patrocinio legale

Chi sta svolgendo la pratica legale con l'abilitazione al patrocinio e ha pertanto aperto la partita Iva non è passibile di accertamenti Iva ed Irpef in quanto l'applicazione degli standard di settore non è legittimo finché il contribuente non ha raggiunto il titolo professionale di avvocato. In un caso analogo i giudici di legittimità hanno infatti stabilito che "è manifestamente illogico ritenere che sia sufficiente l'apertura della partita Iva, perché siano assicurati clienti, ricavi e redditi, così come la predisposizione della propria posizione tributaria non è un indice di produzione di reddito".

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Corte di Cassazione: online i ricorsi

del 08/07/2010

Finalmente può partire il protocollo che permette agli avvocati la consultazione online dei ricors...

Fare causa d'ora in poi costerà di più

del 16/07/2010

Il maxiemendamento alla riforma finanziaria prevista dal Ministro Tremonti introduce un aumento del...

In arrivo il Regolamento di attuazione sulla conciliazione

del 20/09/2010

Fa già discutere per alcune carenze e zone d’ombra rilevate dal Consiglio di stato e dal Consiglio n...