Consulenza o Preventivo Gratuito

ISI 2012, boom di accessi al sito Inail

del 24/04/2013

ISI 2012, boom di accessi al sito Inail

Boom di accessi al sito dell'INAIL lo scorso 18 aprile durante l'unica sessione in cui era consentito l'invio telematico delle domande per accedere al finanziamento ISI 2012. Tra le 16:00 e le 17:00 il sito dell'Istituto Nazionale per la sicurezza sul lavoro ha registrato il collegamento di 15mila utenti. Sessanta minuti a disposizione delle aziende per poter partecipare alla prima fase del processo per l'ottenimento degli incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, attraverso la comunicazione del codice identificativo rilasciato dall'Ente stesso.

Uno stimolo significativo, quello che proviene dall'Ente, e raccolto positivamente dalle numerose aziende che hanno aderito in massa. Nel trienni 2010-2013 le imprese hanno ricevuto dall'INAIL circa 750 milioni di euro; cifra che ha permesso loro di rendere il proprio ambiente di lavoro più sicuro. E i dati, presentati dallo stesso Istituto, sugli incidenti sul lavoro, dimostrano che il percorso avviato è quello corretto. Secondo il rapporto presentato dall'INAIL a luglio dell'anno scorso, nel 2011 gli infortuni sono diminuiti rispetto l'anno precedente come anche i decessi.

Il totale dell'importo del finanziamento ISI 2012 a disposizione delle aziende che vogliono finanziare i loro progetti di sicurezza sul lavoro è superiore ai 155 milioni di euro e il prossimo 24 aprile l'INAILcomunicherà l'importo che ogni impresa si è aggiudicato e pubblicherà sul proprio sito l'elenco delle aziende che partecipano al finanziamento.

L'incentivo verrà assegnato dall'Istituto in base all'ordine cronologico di arrivo del codice di identificazione dell'azienda richiedente. Il contributo verrà distribuito fino al raggiungimento della quota del tetto massimo previsto per ogni regione. Il finanziamento potrà coprire fino al 50% dei costi del progetto dell'azienda e comunque fino ad un massimo di 100mila euro ad azienda. Il finanziamento a fondo perduto incentivato dall'INAIL e utilizzato per le imprese per migliorare le condizioni di sicurezza dei propri posti di lavoro, potrà essere utilizzato da queste ultime per ristrutturare i locali operativi, acquistare macchinari nuovi e tecnologicamente avanzati e per modificare l'organizzazione dell'impresa che si occupa della gestione della sicurezza dei lavoratori.

L'Istituto per la sicurezza sul lavoro comunicherà alle imprese ammesse al finanziamento, attraverso la PEC (la posta elettronica certificata), quali saranno i documenti necessari per accedervi. Dal canto loro, invece, le aziende sono obbligate ad inviare, dopo dodici mesi dalla realizzazione del progetto, il resoconto di tutta l'attività svolta per la realizzazione dei miglioramenti. E l'INAIL entro tre mesi erogherà l'importo dovuto anche se è possibile che per finanziamenti superiori ai 30mila euro, potrebbe richiedere all'azienda un anticipo della metà dell'importo.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c