Consulenza o Preventivo Gratuito

Luce e gas: le bollette più leggere da Aprile 2013

del 08/04/2013

Luce e gas: le bollette più leggere da Aprile 2013

Alle orecchie di un cittadino italiano, consumatore e contribuente messo alla prova da continui rincari e nuove tasse, la notizia può sembrare una bufala.

La sua fonte, invece, è più che affidabile; nientemeno che una comunicazione ufficiale dell’Autorità per l’Energia. Dal Primo Aprile 2013, le famiglie italiane potranno godere di una riduzione dell’1% sul costo della fornitura elettrica e del 4,2% sul costo della fornitura domestica del gas.

Un risparmio contenuto, è evidente. Ma in tempi di crisi così profonda, è una rarità vedere il segno meno sul conto delle spese familiari.

Detto nero su bianco: ogni famiglia potrà contare su di un risparmio di 50 euro annui, per quanto riguarda la fornitura del gas, e di circa 20 euro annui per la bolletta elettrica. In totale, un risparmio medio annuo che si aggira sui 70 euro.

A determinare l’abbattimento dei costi delle forniture hanno contribuito due elementi principali. Da un lato, il Decreto Crescitalia, finalmente concretizzatosi in un segno tangibile per il bilancio familiare degli italiani; dall’altro le modifiche apportate alle modalità di calcolo del costo delle tariffe di fornitura.

Per quanto riguarda la bolletta della luce, il trend al ribasso era già iniziato lo scorso Gennaio, quando le tariffe per le utenze elettriche erano calate del 1,4%. Discorso diverso, invece, per quanto riguarda il gas metano: nell’ultimo triennio era costato sempre di più alle tasche degli italiani. Siamo dinanzi a una vera e propria inversione di rotta?

Sembra questo il caso, d’altronde, del gas metano. Il costo del Gpl ha fatto registrare un trend al ribasso dal Febbraio scorso: il calo previsto ad Aprile 2013 (0,5%), infatti, si sommerà alla riduzione del 3,8% di Febbraio e dell’1,6% di Marzo. Buon notizie, allora, per i possessori di un’automobile a metano, sempre più numerosi e sostenuti dai governi europei.

Voci di piena soddisfazione giungono da FederConsumatori. Secondo l’associazione siamo dinanzi a un primo importante segno di cambiamento rispetto dagli ultimi tre anni contraddistinti da persistenti rincari.

Il Ministro dello Sviluppo Economico fa eco a questa percezione positiva delle novità in bolletta. A risparmiare sul conto energetico, infatti, non sono solo le famiglie ma anche le imprese del Bel Paese. La scelta dell’Autorità per l’Energia viene definita dal Ministero l’inizio di un viaggio virtuoso verso la crescita.

Più critico il Codacons che parla di una “goccia nel mare” di questa crisi economica così profonda. L’iniziativa, in ogni caso, viene salutata con favore.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c