Consulenza o Preventivo Gratuito

Una speciale carta acquisti per anziani e famiglie

del 27/03/2013

Una speciale carta acquisti per anziani e famiglie

È tempo di crisi economica e lo Stato cerca di aiutare le famiglie in difficoltà con una speciale carta acquisti.

Questo anno, infatti, accanto alla tradizionale social card di 40 euro al mese per 65enni e oltre o per le famiglie con figli di età inferiore ai 3 anni con un reddito Isee fino a 6mila euro è prevista anche questa carta "straordinaria" a disposizione dei Comuni.

Saranno gli stessi enti comunali a selezionare i beneficiari e ad attuare, oltre al trasferimento monetario, anche un progetto personalizzato di intervento sociale per aiutare tutti i componenti della famiglia, con un'attenzione particolare ai minori presenti.

La carta acquisti sperimentale è una sorta di bancomat che viene “caricata” a spese del Ministero dell'Economia a favore dei cittadini italiani con residenza in Italia. Per beneficiare di questo aiuto economico è necessario, però, essere ultrasessantacinquenni o avere un reddito Isee fino a 3mila euro e figli a carico di età inferiore ai 3 anni.

Secondo i dati ISEE, il finanziamento di 50 mln di euro spetterà a circa 370mila potenziali beneficiari che faranno domanda della social card e che rispetteranno i requisiti di legge (D.L. n. 112 del 2008). La carta potrà essere utilizzata nei negozi alimentari abilitati (che espongono un logo particolare riferito alla carta), nelle farmacie e parafarmacie, per pagare bollette e spese sanitarie. I negozi, inoltre, che espongono il marchio del Carrello offriranno anche uno sconto aggiuntivo del 5%.

L'aiuto economico previsto per la Social Card 2013 varia a seconda del numero dei componenti familiari:  si parte dai 231 euro per le famiglie di 2 persone, passando a 281 euro per quelle di 3 e 331 euro per 4 persone fino ad arrivare a 404 euro per quelle composte da 5 o più familiari.

Questa nuova carta acquisti 2013 è disponibile, in via sperimentale, in 12 grandi città italiane come Roma, Milano, Palermo, Genova, Torino, Napoli, Venezia, Verona, Bologna, Firenze, Catania e Bari per poi essere distribuita, successivamente, anche nel resto d'Italia.

Per richiedere la carta basta recarsi in un qualsiasi Ufficio Postale abilitato e richiedere il modulo A006/13 (beneficiario dai 65 anni in su) o quello B006/13 (beneficiario minore di 3 anni). È necessario presentare, oltre al modulo compilato e firmato, anche un proprio documento di identità e l'attestazione ISEE in corso di validità del beneficiario.

La carta sarà immediatamente rilasciata al momento della consegna dei documenti. La social card non ha una scadenza ma è necessario presentare, ogni due mesi, una dichiarazione ISEE in corso di validità.

Per ulteriori informazioni si può contattare il numero verde 800.666.888.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Separazione dei coniugi: il diritto di visita dei nonni

del 08/07/2010

Una delle innovazioni più importanti dell’ultima riforma del diritto di famiglia è rappresentata da...

Mantenimento del figlio e paternità presunta

del 22/09/2010

Una madre ha diritto al rimborso per le spese di mantenimento del figlio anche se ha richiesto al Tr...

Mantenimento del figlio naturale in affido condiviso

del 05/11/2010

Il mantenimento del figlio naturale affidato congiuntamente ad entrambi i genitori spetta comunque i...