Consulenza o Preventivo Gratuito

I reati alimentari: quali sono e loro caratteristiche

del 18/02/2013

Contatta | Studio Legale Pecchi
v.le Leonardo da Vinci 114 Roma 00145 Roma (RM)
I reati alimentari: quali sono e loro caratteristiche

I reati alimentari sono prettamente colposi, ciò vuol dire che non è richiesta la volontà di agire né la rappresentazione dell’evento, perché si possa configurare la fattispecie delittuosa a carico dell’agente ed il danno in sfavore della vittima. Basterà, quindi, la semplice imprudenza.

I “reati alimentari” sono elencati agli articoli 439 – 440 – 442 – 444 – 516 – 517 del codice penale, e rispettivamente riguardano l’avvelenamento di acque o sostanze alimentari; l’adulterazione o contraffazione di sostanze alimentari; il commercio di sostanze alimentari contraffatte o adulterate; il commercio di sostanze alimentari nocive; la vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine.

Questo genere di delitto è procedibile d’ufficio, ciò vuol dire che non esistono termini di “scadenza” per la presentazione della denuncia – querela, potendo, pertanto, essere rappresentati all’Autorità Giudiziaria in qualsiasi momento e da chiunque.

Altre disposizioni speciali in materia sono la Legge 283/62 che all’art. 5, lett. b), n.6, comma 4, stabilisce che è punito, con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 39 a 30.987 Euro, colui che somministra sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione o altrimenti le impiega per la preparazione di altri alimenti o bevande, li vende, li detiene per vendere o li distribuisce per il consumo.

Nonostante che i “reati alimentari” possano essere commessi da chiunque, la giurisprudenza ritiene che rispondono penalmente anche i responsabili delle imprese, gli amministratori delle persone giuridiche e gli imprenditori, nonché imprese a carattere familiare.

Il Decreto Legislativo del ’90, n. 507, ha depenalizzato varie forme di “reato alimentare”, trasformandoli in illeciti amministrativi, fra cui rientrano le violazioni in materia di rintracciabilità, di avvio delle procedure per il ritiro di merci dal mercato, di comunicazioni in caso di ritiro merci dal mercato, di reiterazione delle violazioni amministrative.                                                                                                

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Caso Eternit: una sentenza storica

Avv. Barbara Bruno del 21/02/2012

Disastro doloso e omissione dolosa di misure antinfortunistiche: queste le accuse che hanno portato...

La velocità quale causa esclusiva dei sinistri stradali

Dr. Ing. Stefano Ferrigno del 05/11/2012

In questi ultimi anni si fa grande statistica sulle cause principali degli incidenti stradali e dell...