Consulenza o Preventivo Gratuito

Licenziamento colf: nessuna tassa sulle famiglie

del 12/02/2013

Licenziamento colf: nessuna tassa sulle famiglie

Le famiglie che licenziano colf o badanti non dovranno pagare nessuna tassa!

Questo è quanto precisato dal Ministero del Lavoro per chiarire l’applicazione della norma controversa contenuta nel testo della Riforma Fornero (articolo 2, comma 31).

Secondo Assindatcolf, infatti, la norma avrebbe previsto l’obbligo del contributo a carico delle famiglie volto a finanziare l’Aspi e la mini Aspi, a partire dal 1° gennaio 2013. Per tale motivo l’Associazione chiedeva l’immediata modifica della normativa.

Il Ministero, dopo un primo momento di indecisione, ha precisato che la modifica della norma non è necessaria.

Infatti, la normativa non risulta applicabile alle famiglie ma soltanto ai rapporti di lavoro intrattenuti dalle realtà aziendali. Nessun timore, allora: se una famiglia vuole terminare il rapporto di lavoro con la colf, la baby-sitter o la badante si senta libera!

Certamente sul fronte delle aziende, il contributo richiesto in conseguenza della cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato è comunque notevole (si pensi che può arrivare a € 1450)!

 

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...