Consulenza o Preventivo Gratuito

Le modifiche al progetto originario comportano l'approvazione del committente?

del 02/01/2013

Il direttore lavori viene nominato dal committente affinchè verifichi i lavori eseguiti in cantiere, tutelandolo. Nel momento in cui, per la buona riuscita del lavoro, si rendano necessarie modifiche tecniche, il direttore lavori può decidere di attuarle in autonomia, sempre che queste non comportino una variazione di costo dell’opera. In questo caso si rende necessaria una modifica del contratto d’appalto tra impresa e committente e quindi l’accettazione da parte del committente.

Nel caso in cui le varianti implichino anche una modifica architettonica, è necessario presentare un nuovo progetto presso l’ufficio tecnico comunale. Tale progetto deve essere presentato dal progettista architettonico, che può o meno coincidere con la figura del direttore lavori, e deve essere controfirmato dal committente.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c