Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Errori del medico

del 16/06/2011
CHE COS'È?

Errori del medico: definizione

L’errore medico consiste in un’azione svolta, ovvero in un’omissione, compiuta da un sanitario, ovvero da una struttura sanitaria, che ha prodotto nel paziente una conseguenza clinicamente rilevante.

Avv. Maurizio Sala
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Avvocato Maurizio Sala

COME SI FA
Gli errori medici sono di due tipi: errori di diagnosi ed errori terapeutici.
Gli errori diagnostici (confondere una polmonite con un’influenza stagionale) sono i più insidiosi perché conducono a terapie errate e ritardano gli interventi corretti.
L’errore diagnostico può dipendere, a suo volta, da una diagnosi sbagliata ab origine ovvero da una diagnosi corretta ma ritardata.
L’errore terapeutico consiste, invece, nell’avere eseguito una terapia (farmacologica o chirurgica) inadeguata alla diagnosi (ad esempio: curare con l’aspirina anziché con gli antibiotici ovvero avere applicato una benda gessata ad un arto fratturato che necessitava di intervento chirurgico).
Alcune volte è l’errore di diagnosi a produrre l’errore terapeutico, che sarebbe stato adeguato se la terapia, a sua volte, fosse stata corretta.

CHI
Avvocato - per la disamina della posizione individuale del medico, meglio se preventiva, al fine di consigliarlo sul miglior comportamento da tenere sia verso la struttura sanitaria nella quale opera, sia verso il paziente od i colleghi; per ogni dubbio sul contenuto o l’interpretazione di una clausola contrattuale assicurativa; per l’assistenza stragiudiziale e processuale.

FAQ

Quali sono le conseguenze di una terapia prescritta a seguito di accertamenti diagnostici che a distanza di tempo si palesa inefficace, procurando anzi nel paziente un aggravamento delle sue condizioni di salute?

Se gli esami prescritti sono stati tutti quelli che le cognizioni mediche dell’epoca ed i normali protocolli prevedevano e non vi erano sintomi che potessero consigliare ulteriori accertamenti ovvero visite specialistiche, è difficile ipotizzare un’ipotesi di responsabilità per errore diagnostico o terapeutico. Al contrario se nel contesto degli esami/accertamenti praticabili ne sono stati omessi alcuni, ritenuti non necessari e poi rivelatisi indispensabili, è evidente la responsabilità nella quale incorre il medico.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

RESPONSABILITÀ MEDICA: VOCI CORRELATE

Responsabilità medica: assicurazione

di Avv. Maurizio Sala del 16/06/2011

Qualunque esercente arti o professioni e, quindi, anche coloro che operano nel settore della sanità ..

Responsabilità medica: nesso di causalità

di Avv. Simone Scelsa del 17/06/2011

Nel codice civile manca una vera e propria definizione di nesso di causalità. Gli unici riferimenti ..

Responsabilità medica: risarcimento danni

di Avv. Maurizio Sala del 16/06/2011

Accertato che un medico ovvero una struttura sanitaria ovvero entrambi, in concorso tra di loro, han..

Errore medico: risarcimento

di Avv. Elisabetta Fedegari del 15/06/2011

La responsabilità del medico in ordine al danno subito dal paziente presuppone la violazione dei dov..

Responsabilità medica: consenso informato

di Avv. Domenico Margariti del 16/06/2011

Il consenso informato è l'accettazione volontaria da parte di un paziente al trattamento che gli vie..