Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Locazione: comunicazione all’Autorità di P.S.

del 06/12/2016
CHE COS'È?

Locazione comunicazione all’Autorità di P.S.: definizione

La comunicazione alle autorità di pubblica sicurezza di una locazione non deve più essere effettuata da qualche anno: a denunciare gli affitti, infatti, ci pensano le Entrate. La novità risale al decreto legge n. 79 del 20 giugno del 2012, che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dello stesso giorno e che ha modificato le norme in materia che erano in vigore dalla fine degli anni Settanta. In sostanza chi affitta un immobile non ha più l'obbligo di comunicare le generalità dell'affittuario all'autorità di pubblica sicurezza, in quanto tale compito spetta all'Agenzia delle Entrate, in virtù della specifica intesa che è stata stipulata con il ministero dell'Interno. L'Agenzia ha l'incarico di individuare le informazioni da trasferire per via telematica agli Interni tra tutte quelle acquisite all'atto della registrazione di un accordo di comodato o di un contratto di affitto. Tale procedura è valida per tutti i contratti di comodato o di locazione che devono rispettare l'obbligo di registrazione in termine fisso. Per quel che riguarda i contratti che non sono soggetti a registrazione in termine fisso, invece, la comunicazione della messa a disposizione di un fabbricato deve essere inviata alle autorità di pubblica sicurezza tramite un modulo informatico.


COME SI FA

Come si effettua la comunicazione di una locazione all'autorità di pubblica sicurezza?

La comunicazione relativa alla presenza di persone alloggiate deve essere sempre eseguita dagli esercenti delle strutture ricettive, secondo quanto previsto dall'articolo 109 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. Tale comunicazione, che va inviata alla questura competente per territorio, deve essere effettuata non in forma cartacea, come avveniva in passato, ma per via telematica, tramite il portale della Polizia di Stato denominato AlloggiWeb.

Chi sono gli "esercenti delle strutture ricettive"?

Quando si parla di esercenti delle strutture ricettive si fa riferimento a chi svolge un'attività ricettiva alberghiera o extra-alberghiera autorizzata dai regolamenti di settore regionali. Va ricordato che non può essere considerata un'attività ricettiva la locazione turistica. Di conseguenza, chi affitta con finalità turistiche il proprio immobile per periodi brevi non è tenuto a comunicare le presenze attraverso il portale della Polizia di Stato.


CHI

L'Agenzia delle Entrate.


FAQ

1. Cosa prevede la legge a proposito della locazione turistica?

Affinché si possa rientrare nella normativa da cui è disciplinata la locazione turistica è necessario redigere un contratto di locazione in forma scritta: tale contratto non prevede l'obbligo di registrazione se ha una durata inferiore ai 30 giorni. Nel momento in cui si riceve il pagamento relativo al canone di locazione o all'atto della consegna delle chiavi, il locatore deve fornire una semplice ricevuta con marca da bollo da 2 euro per gli importi superiori ai 77 euro e 47 centesimi. Emessa in duplice copia, la ricevuta deve includere la data e il luogo di emissione, il numero progressivo del documento, l'importo totale in lettere o in cifre, i dati del soggetto intestatario, l'oggetto della ricevuta, i dati del locatore e la firma leggibile e completa.

2. Che differenza c'è dal punto di vista normativo tra la locazione e la cessione di un fabbricato?

Nel caso della cessione di un fabbricato, permane l'obbligo di adempiere alla comunicazione da inoltrare entro 48 ore dalla cessione alle autorità di pubblica sicurezza: la comunicazione di cessione del fabbricato a un cittadino italiano o comunitario è regolata dall'articolo 12 del Decreto Legge n. 59 del 21 marzo del 1978. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

LOCAZIONE ABITATIVA: VOCI CORRELATE

Locazione: inadempimento

di Avv. Pierfrancesco Viti del 15/11/2012

L'inadempimento nel contratto di locazione può essere definito come il mancato rispetto delle parti ..

Rapporti proprietario-inquilino: riscaldamento

di Avv. Simone Scelsa del 17/02/2012

La legge 392/78 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani) stabilisce che le spese di riscaldam..

Locazione: cessione del contratto

di Avv. Luca Amati del 22/06/2011

Il contratto di locazione non può essere ceduto, né l'immobile può essere totalmente sublocato a sog..

Locazione: morosità

di Avv. Vanda Cappelletti del 19/05/2011

Nell'ambito del contratto di locazione il conduttore è moroso quando, decorsa la scadenza della rata..

Locazione: locatore

di del 01/05/2017

Il locatore, in diritto, rappresenta la parte contrattuale che concede in locazione un bene, il qual..