Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Maggiorazioni per lavoro straordinario

del 15/11/2011
CHE COS'È?

Maggiorazioni per lavoro straordinario: definizione

Il lavoro straordinario è quello svolto oltre l’orario normale di lavoro fissato dalla legge in 40 ore settimanali (articolo 3 decreto legislativo 66/2003).
Se l’orario settimanale previsto dal contratto collettivo è inferiore a 40 ore il lavoro prestato oltre l’orario contrattuale ed entro il limite legale è definito supplementare.
Il lavoro straordinario deve essere computato separatamente dal lavoro normale e, ai sensi dell’articolo 2018 del codice civile, deve essere compensato con maggiorazioni retributive.
Attualmente dette maggiorazioni sono previste dai contratti collettivi nazionali, territoriali o aziendali.
Se il lavoro straordinario è prestato in modo continuativo e sufficientemente prevedibile, può essere compensato in modo forfettario. In alternativa o in aggiunta alle maggiorazioni i contratti collettivi possono consentire ai lavoratori di usufruire di riposi compensativi.
I contratti collettivi di norma prevedono maggiorazioni differenziate a seconda che il lavoro straordinario venga prestato in ore diurne feriali, in ore diurne festive, in ore notturne feriali, in ore notturne festive, in caso di lavoro a turni, in caso di superamento di un determinato limite giornaliero o settimanale, eccetera.

Rag. Bruno Bertocchi
Consulente del Lavoro - Associato
Studio Galaverni Consulenza del Lavoro Amministrativa e Tributaria

COME SI FA
La maggiorazione per lavoro straordinario è prevista in modo analitico dal contratto collettivo applicato in azienda ed è rappresentata da una percentuale che deve essere calcolata sulla retribuzione ordinaria, ovvero su quella normalmente percepita dal lavoratore.
Nel calcolo della maggiorazione non deve essere considerato l’elemento distinto della retribuzione (E.D.R.).
Le diverse percentuali di maggiorazione previste dal contratto collettivo corrispondono a specifiche tipologie di lavoro straordinario (diurno, notturno, feriale, festivo, eccetera).

CHI
Per qualsiasi chiarimento e per la gestione di situazioni concrete è opportuno rivolgersi a un consulente del lavoro.

vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

RETRIBUZIONE DA LAVORO: VOCI CORRELATE

Assegni per il nucleo familiare

di del 19/06/2017

Il calcolo dell’assegno per il nucleo familiare è un’operazione necessaria per garantire il soddisfa..

Retribuzione: alloggio

di del 16/11/2017

L'alloggio rappresenta una delle tipologie di retribuzione in natura che un datore di lavoro può con..

Indennità di trasferta

di Rag. Bruno Bertocchi del 18/11/2011

Si considera in trasferta il lavoratore temporaneamente chiamato a prestare la propria attività in u..

Indennità di trasferimento

di Dott. Matteo Burioni del 24/01/2012

La legge disciplina espressamente l’ipotesi di trasferimento dei lavoratori e quella dei dirigenti d..

Retribuzione minima

di Dott.ssa GIORGIA SIGNAROLDI del 22/11/2011

Il minimo contrattuale rappresenta la retribuzione minima dovuta al lavoratore, la cui entità è fiss..