Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Pignoramento crediti di lavoro

del 25/08/2016
CHE COS'È?

Pignoramento crediti di lavoro: definizione

Il pignoramento dei crediti di lavoro è regolato in Italia dal d.l. n. 83 del 27 giugno del 2015, che all'articolo 13 introduce nelle novità importanti nel Codice di Procedura Civile in relazione, in modo particolare, al pignoramento della pensione o dello stipendio. In sostanza, viene individuato il quinto dello stipendio che può essere pignorato, mentre al terzo pignorato - l'istituto di credito o le Poste, a seconda dei casi - sono attribuiti degli obblighi specifici. 


COME SI FA

Come avviene il pignoramento della pensione o dello stipendio che sono accreditati sul conto corrente?

Nel caso di un pignoramento del conto corrente, la normativa italiana prevede che gli importi dovuti a titolo di salario, di stipendio o di altre indennità riguardanti il rapporto di impiego o di lavoro, così come gli importi dovuti a titolo di pensione, di indennità facenti le veci della pensione o di assegni di quiescenza, possono essere pignorati, se sono accreditati su un conto postale o su un conto bancario intestati al debitore, per una somma che ecceda il triplo dell'assegno sociale nell'eventualità in cui il pignoramento sia successivo all'accredito. Se, invece, il pignoramento precede l'accredito o avviene alla stessa data, è possibile pignorare tali importi tenendo conto delle speciali disposizioni di legge

Come avviene il pignoramento della pensione?

Le somme dovute a titolo di pensione o di altri assegni di quiescenza non possono essere pignorate per una somma che equivale alla misura mensile massima dell'assegno sociale aumentato del 50%; risulta pignorabile, invece, la parte che supera questo importo. In altri termini, una parte della pensione non può essere per alcun motivo pignorata, e si tratta di una somma pari all'ammontare dell'assegno sociale aumentato della metà. Una volta tolto l'assegno sociale aumentato della metà, l'ammontare della pensione che resta può sì essere pignorato, ma sempre tenendo conto dei limiti del quinto.


CHI

Chi ha contratto uno o più debiti.


FAQ

1. Quali sono gli obblighi del terzo?

Nel caso di accredito su un conto postale o su un conto bancario intestato al debitore, gli obblighi del terzo pignorato non sussistono se l'accredito è anteriore al pignoramento per una somma corrispondente al triplo dell'assegno sociale. 

2. Come deve essere redatto un atto di pignoramento?

In un atto di pignoramento è necessario premettere che l'istante risulta creditore nei confronti del debitore - di cui devono essere indicati il codice fiscale, le generalità e la residenza - di una certa somma che va specificata in forza degli estremi del titolo esecutivo. Quindi, si deve segnalare che l'istante, con un atto di precetto di cui deve essere riportata la data in cui è stato notificato, ha intimato al debitore il pagamento della somma, nel termine di dieci giorni, e degli interessi legali maturati e da maturare fino al saldo, delle spese relative al costo della notifica del precetto, degli onorari successivi di procedura e delle competenze. Nell'atto di pignoramento va precisato che il debitore, a dispetto della notifica del precetto, non ha effettuato il pagamento della somma dovuta; devono essere descritti, poi, i rapporti di debito o di credito tra il debitore e il terzo pignorato, per esempio evidenziando se il debitore è titolare di un conto corrente presso uno specifico istituto di credito, se è dipendente di una certa azienda e in quanto tale riceve uno stipendio regolare, e così via. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

RETRIBUZIONE DA LAVORO: VOCI CORRELATE

Incentivo all’esodo

di Avv. Elisabetta Fedegari del 18/11/2011

L’incentivo all’esodo è un reddito da lavoro dipendente pagato dal datore di lavoro a fronte della r..

Indennità del lavoratore

di del 18/11/2015

L'indennità del lavoratore è un particolare tipo di indennità, di carattere risarcitorio, che viene ..

Tredicesima e quattordicesima

di Rag. Marco Bosticchi del 22/11/2011

Le mensilità aggiuntive, notoriamente identificate in tredicesima e quattordicesima mensilità, sono ..

Fringe benefit: prestiti agevolati

di Rag. Marco Bosticchi del 08/07/2016

La concessione di fringe benefit - letteralmente "benefici marginali", espressione per indicare i "c..

Tfr – Trattamento di fine rapporto

di Rag. Bruno Bertocchi del 26/01/2012

Il Trattamento di Fine Rapporto (Tfr) è una competenza a carico del datore di lavoro istituita dalla..