Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Rendita catastale presunta

del 05/09/2011
CHE COS'È?

Rendita catastale presunta: definizione

La rendita catastale presunta è il valore attribuito ai fini fiscali a tutte le unità immobiliari capaci di produrre o generare reddito autonomo, determinato in via transitoria e quindi provvisorio per permettere di applicare immediatamente la fiscalità dovuta da tali unità immobiliari non censite o non censite correttamente.


COME SI FA
È indispensabile che la rendita presunta sia determinata nella misura più probabilmente vicina (se non addirittura identica) a quella che sarà la rendita catastale definitiva, in modo da evitare che si riscontrino in futuro delle differenze con la rendita definitiva, che potrebbero portare a contenziosi di carattere amministrativo e fiscale, in danno dell’intestatario dell’immobile e dell’Amministrazione; per questo è in generale auspicabile che tale operazione sia effettuata da tecnici esperti.

CHI
Per i fabbricati mai dichiarati, ai sensi di recenti disposizioni fiscali e tributarie, la rendita presunta deve essere iscritta transitoriamente in catasto, ma a questo stadio provvisorio dovrà necessariamente seguire la rendita definitiva presentata dal proprietario, o legale rappresentante nel caso di persone giuridiche, mediante affidamento di incarico professionale ad un tecnico abilitato, il quale provvede a predisporre, con software informatico realizzato dall’Agenzia del Territorio e denominato DOCFA (Documenti Catasto Fabbricati), i documenti analitici (tecnici e descrittivi) e gli eventuali documenti grafici (planimetrie catastali) specifici dell’unità da cui si origina la proposta di rendita catastale definitiva; alternativamente potrà agire in surroga l’Agenzia del Territorio con spese a carico della parte.
La rendita catastale presunta e quella successivamente dichiarata come rendita proposta o attribuita come rendita catastale definitiva producono effetti fiscali fin dalla loro iscrizione in catasto, con decorrenza dal 1° gennaio 2007, salva la prova contraria volta a dimostrare, in sede di autotutela, una diversa decorrenza.

FAQ

La rendita catastale è permanente?

No. E’ uno stadio provvisorio, in attesa della determinazione della rendita catastale definitiva.  
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

CATASTO E CONSERVATORIA: VOCI CORRELATE

Estratto mappa catastale

di Arch. Silvia Volpe del 05/06/2013

L'estratto di Mappa catastale è un documento che riporta una porzione di territorio (generalmente i..

Ispezioni e visure ipotecarie

di Dott. Marco Corvino del 10/01/2012

L'ispezione e la visura ipotecaria consentono di conoscere informazioni sulle proprietà immobiliari ..

Istanze rettifica anomalie catastali

di Geom. Matteo Varzi del 15/06/2012

L'istanza rettifica anomalie catastali è quel procedimento che qualora avviato, permette all' uffici..

Reddito dominicale

di del 17/01/2017

Il reddito dominicale, detto anche reddito domenicale, è la parte di reddito che riguarda la proprie..

Inserimento in mappa catastale

di del 25/04/2016

L'inserimento in mappa catastale, noto con il nome di tipo mappale, è un atto di natura puramente te..